Piovono pitali vodafone

Le loro visite a una cameretta trascurata, a livello della loggia dell’orchestra, si facevano più frequenti: in essa era disposta in bell’ordine una ventina di vasti pitali, a quell’ora quasi tutti colmi, alcuni sciabordanti per terra.
Il Gattopardo, Giuseppe Tomasi di Lampedusa

In questo Paese ogni celebrazione si ripete apparentemente uguale, ma ogni volta svuotata di senso e con meno spettatori: coi film sulle stragi si finisce impigliati in discorsi ideologici che eran già vecchi 40 anni fa; i rituali nazional popolari da Sanremo al concerto del 1° Maggio (che di politico non ha più nulla), sono spettacoli decadenti, nostalgici, patetici. Qualsiasi popolo che veneri certe palesi forme di aggregazione e degradazione meriterebbe l’estinzione immediata. E difatti..

Il “fenomeno dei suicidi da debito economco” si spiega come espediente giornalistico mediatico per ravvivare l’interesse anestetizzato dalla routine. I morti sono lo spettacolo tragico che ridesta con piccole drammatiche scosse la narrazione collettiva; serve paradossalmente a dare coraggio e scongiurare una fine prevedibile. Suona troppo debordiano? Stava per morire anche Andreotti, ma poi ci ha ripensato.

Farò la figura del vecchio rompicoglioni che guarda i lavori in corso nelle città con l’apocalisse nel cervello; eppure basta un colpo d’occhio ai muri, ai negozi, alle insegne degli anni ’60 (la Riviera Adriatica sembra la Liguria, ma sul serio, non ci accorgiamo che è cambiato qualcosina dalla Rimini di Tondelli? oggi la concorrenza sono Ibiza e i voli low cost!) per accorgersi dello sfascio. I treni sono quelli indiani e costano come quelli tedeschi, la libera concorrenza rimane un’idea. Suppongo che invocare colate di cemento e ipercostruzioni futuriste sia demodé, che fare dunque?

Non è nel mio stile imbracciare un fucile e fare ostaggi, né darmi fuoco o lanciarmi dalla finestra, mi limiterò a scrivere. Tra gli innumerevoli errori della mia vita quello che sconto con supplemento di pena è l’essermi laureato in Lettere e Filosofia. Quando cerco lavoro mi chiedono esperienza. Quando chiedo di insegnarmi gratuitamente mi rispondono che non possono perché: “c’è molta burocrazia, dovrei farti un contratto e pagarti, o mi fanno una multa sai, eh”. Il risultato di promesse liberiste all’americana poi rivelatesi all’amatriciana.

Non ci si potrebbe accorgere che siamo già un impero decaduto? E che al contrario del resto dell’Europa che conta, noi, difendiamo i sarti, le botteghe e i minimarket, e contemporaneamente spendiamo tutto da Ikea e Zara.

Se una delle immagini della decadenza fin de siècle usata da Luchino Visconti ne il Gattopardo fu quella di una stanza con pitali colmi, l’immagine iconica d’oggi è altrettanto forte ed è senza Autore, ma coerentemente con il pensiero contempoaneo ha un brand: Vodafone. i Tablet che piovono dal cielo sembrano dire: anche se siamo lontani dalla diffusione della banda larga, dall’innovazione tecnologica, scientifica, informatica, digitale e non abbiam soldi, tranquilli, piove tecnologia! Evviva! Pitali al contrario rovesciati sulle nostre teste. Siamo e sempre saremo all’avanguardia della cafonaggine: poveri sì ma con l’Ipad.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...