Il vero motivo per cui detestiamo Nicole Minetti

Purché se ne parli tutto, anche l’indignazione. Parah lo ha confessato in un scialbo comunicato stampa in cui  ammette che l’idea migliore per farsi notare è stata scegliere la controversa Nicole Minetti come testimonial. Marketing alla Alfonso Luigi Marra. Seguono gli oltre tremila commenti di critica, rigorosamente «indignata». Ecco un esempio da manuale di quel che si dice feedback negativo. Ho selezionato qualche passaggio:

“le donne non possono essere rappresentate da una persona ignobile come la Minetti, Boiccottiamo i prodotti Parah e nessuno compri i prodotti del gruppo.”/ “Sarà dura togliervi di dosso l’immagine di marchio di intimo & mare per vere zoc….!” /”Diventerete un’altro caso da citare nelle lezioni di socialmedia tra le cose da non fare…grazie Parah! siete incredibili”/”Ma questa Minetti li ha un papà e una mamma? O forse vale il detto tale padre tale figlio..”/”Bel testimonial. Una troia strapagata con i soldi dei contribuenti che sta sputando in faccia a milioni di giovani italiani che si trovano in difficoltà economiche per colpa di una classe politica degenerata che trova la sua massima espressione nella Minetti. Complimenti fate veramente schifo!” /”Complimenti… una marchettara d’alto bordo come testimonial per il vostro marchio? be’ geniale!…scegliere una delle peggiori figure femminili italiane” /”Avete pagato una persona indagata per prostituzione minorile, prostituta a sua volta, che ricopre addirittura un incarico pubblico…dire che fate schifo è già un complimento…ci sono modi e modi per farsi pubblicità…non certo questo….purtroppo non posso augurarvi di fallire dato che avrete dei dipendenti e si ritroverebbero disoccupati, ma il genio che ha avuto questa idea mi auguro si ritrovi a battere sulla strada molto presto insieme al vostro testimonial.”

In un neonato gruppo FB, dall’inequivocabile nome Boicottiamo Parah, si promuove nel più ottuso femminismo il contro-modello: “Ricercatrice-Con-Doppia Laurea-In Fisica-Nucleare” per dire che no, non tutte le donne in Italia sono come la Minetti. Ah, non lo sapevamo. Come se vedere una donna disposta a sfilare in costume da bagno escluda la possibilità che ce ne siano migliaia ben coperte e con un lavoro ordinario. Dovremmo far sfilare una ricercatrice? Se ha un bel corpo perché no? Il corpo della Minetti è un modello aspirazionale del tutto verosimile; si può dir tutto ma non che sia fuori forma. (O l’ultim’ora, mie care, è che rinnegate le diete Dukan e i faticosi esercizi di Pilates?). Anche se probabilmente LORO vorrebbero donne in muta-bikini per gridare al mondo che “il corpo della donna non è in vendita”. Una versione occidentale di questo o questo. O troie o vergini, e non se ne esce.

Una seconda accusa che si legge di frequente è quella di aver promosso uno stile di vita voluttuoso, esuberante, sfacciato. Le donne non sono delle prostitute ed è immorale sostenere (con l’aggravante economica!) un modello negativo. Anche quest’accusa va rispedita al mittente: Nicole Minetti è sicuramente inadatta al suo ruolo politico in regione. Vero. Ma a voi non scandalizza solo che lei possa lavorare male; a voi infastidisce che lei abbia uno stipendio alto per fingere di avere un’occupazione che evidentemente svolge qualcun altro al posto suo. Candidarla è stato un errore di Silviuccio dovuto alle conseguenze della propria libido fuori controllo. Ma anche se fosse una vera prostituta – e non mi pare ci siano prove che lo sia-, quest’ondata di bigottismo è sospetta proprio per come è articolata.

In una puntata dei Simpson Lisa dice alla maestra: “Un bell’aspetto non conta veramente” e l’insegnante le risponde cinica: “Questo è ciò che dicono i brutti ai loro figli”. Nicole Minetti è furba, e ha utilizzato quello che la sociologa inglese Catherine Hakim definisce capitale erotico: seduzione, bellezza, socievolezza. Detto brutalmente: far arrapare i maschi per il proprio tornaconto. (E ha uno sguardo su di sé da far impallidire ogni teoria femminista sullo sguardo maschile. Più fallica di lei solo i trans). È il capitale utilizzato soprattutto da chi non ha competenze intellettuali, tecniche, finanziarie. Se Minetti non avesse quel fisico perfetto continuerebbe a  fare l’assistente in uno studio dentistico. L’imitazione che ne fa Virginia Raffaele è il modo in cui la vediamo: una pussy poco riot, antipatica e falsa, molto scaltra e pericolosa. È comprensibile che abbia sfruttato le proprie doti. L’errore, semmai, è di chi le ha consentito di godere ai nostri danni (ciao Silvio!). Ed ecco il punto.

Il vero motivo per cui detestiamo la Minetti è lo stesso che ci porta a indignarci per la Ferrari parcheggiata in doppia fila da Balotelli: ci infastidisce il godimento altrui. L’invidia del godimento dell’altro, è questo che ci fa indignare per davvero e non la loro manifesta disonestà o inadeguatezza. (La parola stessa: indignazione ha sostituito il ragionamento. È giusto difendere certi valori: meritocrazia, onestà, preparazione; ingiusto è  invece dire: io sono meglio di lei, io mai, io sì che sono superiore. Certo, come dubitarne, ne date continuamente esempio). Viene il sospetto che gli indignati siano arrabbiati perché questi fanno quello che a loro non è concesso fare ma che vorrebbero fare. Siamo potenzialmente sempre indignati per i motivi sbagliati.

Quel che ci irrita di più è che lei gode al massimo, che ci spruzza gli umori in faccia mentre noi siamo spettatori passivi, e dobbiamo sottostare a regole che ci inibiscono. Lei si ingozza di brioches finché non sente la lama fredda sul collo. La Minetti è orgasmica, e ci esclude dal suo godimento. Questo è il vero motivo dell’indignazione. Perché il personaggio è in costume da bagno più o meno da sempre: Repubblica.it ha pubblicato tutte le foto delle sue vacanze. (Ah, giusto, la Minetti è sempre in vancaza, mentre a noi tocca lavorare. Ammettetelo: è comprensibilmente fastidioso!) Voi credete di indignarvi perché fa la testimonial di una marca d’abbigliamento. No. Vi indignate perché è una gran figa, con un successo del tutto immeritato e che soprattutto gode rumorosamente. Se solo fosse la vostra bambina.

25 thoughts on “Il vero motivo per cui detestiamo Nicole Minetti

  1. Ho letto il suo articolo, e vorrei indicarle la mia opinione. Io non m’indigno per il fatto che la Minetti sia una gran bella ragazza, questo è evidente. Bella, sicuramente, ma anche molto, molto volgare, e la sua volgarità è stata esaltata dalla sfilata. Buona mossa di marketing (mi permetta, io lavoro in questo campo), sarebbe stata quella di giocare sulla sua nomea e di farla apparire in un modo differente da come il pubblico la conosce, in un modo fine, pulito, di classe, che guarda caso sono le caratteristiche da sempre di un brand come Parah, noto anche per non essere proprio un marchio a portata di tutti. Credo sia stata questa evidente volgarità a fare sorgere il pubblico. Tu Parah mi vuoi dire che devo prendere questa donna come modello? Una che nn si sa bene che lavoro faccia, che ha cause pendenti per ragioni che ben conosciamo, che pur dovendo rappresentare un organo politico nn perde occasione per farsi fotografare in abiti che ben si adattano ad una ragazza della sua età, ad una modella, ad una showgirl, ma non ad un’esponente politico? E’ questo che fa imbestialire, l’ennesima presa per i fondelli, il fatto che si voglia fare passare per normale quello che nn è, il fatto che si voglia imporre un modello che non lo è per nulla.
    E non è giusto che dato che le cose nella nostra società funzionano così si debba sempre perseverare. Ad un certo punto si deve dire basta.

  2. Minetti è unanimamente detestata, quindi non può essere un modello per nessuno. Pensiamo a come votare la prossima classe dirigente se vogliamo un futuro, perché l’attuale fa già parte del passato.

  3. Trovo patetici i commenti contro Parah e la Minetti.. La gente rosica, chissà in realtà cosa darebbero per essere al posto della Consigliere della regione Lombardia. Se nella prossima vita rinasco donna, come ho scritto in un mio post, voglio rinascere donna, ma una di quelle “giuste”🙂

  4. Quando dite che la gente rosica, eccetera eccetera, dimenticate che c’è anche gente con una dignità e un decoro minimo, che non rosica per il seno della Minetti o perché prende montagne di soldi per le sue tette, ma perché questa signora è semplicemente il simbolo della decadenza di un Paese come il nostro. Cacciamola dalle cariche istituzionali!!

  5. Quest’articolo è s a tratti sconcerante e a tratti adeguato al paese nel quale viviamo! Sorrido amaramente e quasi arrendevolmente all’idea che la decenza (e lasciamo stare per una volta i meriti), l’orgoglio, il decoro e la dignità non abbiano alcun valore! Non possiamo permetterci di alzare un sopracciglio di fronte alla sfrontatezza di alcuni personaggi, veniamo tacciati come “rosiconi”!!! Eh già, nellItalia dei furbetti, se contesti o disapprovi significa che sei invidioso! Un’argomentazione di una tale pochezza d’animo che riduce e omologa a livelli ben poco edificanti e non concede che si possa essere diversi! A Sodoma e Gomorra tutti vogliono fottersi! Ehi tu!?! Di che ti scandalizzi?? Dignità? Decoro? Non ne conosco il significato….Ecco cosa dice il suo articolo…complimentì per la miserevole e goduriosa considerazione.

  6. Il vero motivo per cui mi infastidisce questa donna? Perchè pur essendo evidentemente un puttanone è al governo. Al nostro governo! E la sfilata della Parah l’ha solo sbugiardata. Il suo vero lavoro è questo e solo questo. Lo fanno in tante e nessuno si è mai indignato. Ma fa trasecolare il fatto che prende talmente sottogamba il suo incarico, che nemmeno si è posta il problema se accettare o meno di fare la sfilata. Ego e denaro. Brutta accoppiata.

    • Sì, capisco che siete tutti interessati a dire la vostra, E va bene. Ma vi accorgete che io i vostri argomenti non solo li ho compresi ma li ho anche già inseriti nel post. Sì, certo che Nicole Minetti non è adatta. Certo che non si può provare invidia verso il personaggio, perché sarebbe più appropriato chiedersi se onestamente e meritocraticamente lei ha raggiunto il suo status. (E sappiamo anche già la risposta: no) Tuttavia insisto su un punto che mi pare molto meno BANALE di queste considerazioni: l’invidia-del-godimento-altrui è diversa dalla semplice invidia. Ed è una condizione psicologica che, se vi soffermate due secondi ad analizzare la situazione, può aiutarci a sviluppare una reazione critica nei confronti della Minetti meno stucchevole da casalinga indignata. Saluti.

      • Sul serio stai tirando in ballo concetti psicoanalitici molto complessi come quello del godimento non sapendo – evidentemente – di cosa stai parlando?

  7. ….nell’articolo sono espressi concetti in un fluido italiano generato da un cervello equivalente a quello di Fabrizio Corona…. ( ovviamente chi ha scritto quelle aride righe lo prenderà per un complimento)…

  8. questo articolo è divertente! Un/una demente alla tastiera che scrive un delirio…ma quale piacere a fare la mignotta non ha mai goduto nessuna e poi chi se ne strafrega di come campa la Minetti. E’ PArah il punto…io non pago quello che pago per un prodotto da mignotta di alto bordo (per carità capisco che se lo può permettere) .
    E’ che la mignotta tenta di ripulirsi comprando quello che può indossare una Donna…non il contrario! Per cui basta non comprare più Parah e si tenessero tutte le puttane d’alto bordo d’Italia e del mondo🙂

    • La minetti campa con i nostri amati soldi, chiaro il concetto ? Condivido,! tutto il resto sono seghe mentali di chi ha scritto l’articolo

  9. Bucky, seguendo la logica del tuo discorso dovremmo essere invidiose di tutte le belle modelle che sfilano e che guadagnano tanti soldi a sfilata e che si concedono tante vacanze mentre noi dobbiamo lavorare o di tutti i calciatori ricchi e straricchi che parcheggiano le loro Ferrari in prima, seconda o terza fila. Ti risulta che sia così? E in quale legge universale della natura umana è scritto che per forza tutti noi vorremmo fare ciò che è concesso solo a pochi e che l’invidia del godimento altrui è una condizione psicologica applicabile a tutto il genere umano? C’è anche la condizione psicologica della proiezione del proprio sentimento di invidia negli altri, tu lo provi e dato che sei tu a provarlo dai per scontato che lo provino anche gli altri. Invidi il corpo di Corona? Ok, è una tua invidia, io non invidio nulla della Minetti, ciò che trovo desolante è l’esempio che questa persona offre e cioè: Il mio successo viene non dalle mie doti interiori o dalle mie competenze, ma da quanto ho saputo essere opportunista e da quanto e a chi di potere mi sono venduta. Allo stesso modo è terribilmente infantile e mi fa cadere le braccia il frequente discorso dell’invidia che leggo in parecchi forum. Tutto qui.

  10. Bucky…, ma sei un uomo??? io ho trovato la Minetti volgarotta e ridicola in passerella tanto quanto mi è parsa durante interviste ed interventi di varia natura; è tanto giovane ma è già devastata dalla chirurgia estetica, ha una carriera (qualunque fosse) oramai distrutta, una reputazione terribile, il tutto condito da una presunzione stupida che le farà fare una tristissima fine da starlette dimenticata. Io credo si sia giocata male le sue carte, anzi tutto il mazzo di carte che era riuscita a raggranellare con qualche pompino ben fatto. Perchè sia chiaro, io sono una donna 36enne, femminista MA femmina, amante dei tacchi altissimi e delle minigonne, e certo non critico per invidia (cazzo, io sto meglio di lei!) ma per amor di patria. E già, “patria”! Non ho nulla di ridire su prostitute o attrici del porno, che fanno scelte difficili e non si giustificano perchè non fanno male a nessuno: me la prendo con chi sfrutta il MIO paese, le MIE tasse e le MIE risorse.. E’ un fatto personale, per ogni italiano ragionante. Questa qui si è ritrovata su quella passerella perchè è una troia che ha venduto la sua dignità ad un politico corrotto per avere dei favoritismi. Anche se le faceva schifo, anche se dopo ha tentato di giustificarsi. Per questo critico anche la scelta della Parah, che per farsi pubblicità ha usato uno dei peggiori persobnaggi italiani. tutto qui😉

    • il peggiore? addirittura. Per me no. E credo che questo atteggiamento rancoroso e livoroso (e siete tutte donne, ve ne rendete conto?) di chi va su una pagina FB aziendale, o commenta un post, per insultare Nicole Minetti sia patologico. E non abbia nulla a che fare col senso civico o patriottico.

  11. Io sono un uomo, trovo la Minetti orribile, rifatta come un trans quarantenne. Lei mi fa anche una certa tristezza, perchè presto non le rimarrà niente se non i soldi. Non tutti provano invidia per la ricchezza di Berlusconi, per la bellezza finta delle starlette, per gli addominali di Corona. L’onestà, la competenza, l’impegno, la bravura, sono i valori che io, come molti altri, vorremmo guidassero il nostro paese. La Minetti è suo malgrado uno dei simboli della decadenza morale del nostro paese. Non è colpa sua, ma essendo la più debole, donna, raccoglie più astio rispetto ad altri più nocivi, ma più potenti. In questo c’è un certo bigottismo e del maschilismo. Ma non c’è invidia del godimento orgasmico della Minetti, fatto tra l’altro con un 70enne dal culo flaccido.

  12. chi scrive questo articolo ha seri problemi mentali.
    A te rode che la Minetti sia una Gran Figa e ci escluda. Anzi ti esclusa.
    A moltissime persone della minetti, Canalis, Belen non gliene frega uno stracazzo da Velletri.
    A me interessa se mia Mamma sta bene e vale anche per le persone che conosco.

  13. Pingback: Che tipo di persona sta con o contro Fabrizio Corona « FRASISFATTE

  14. ma razza di coglione che ha scritto sta schifezza, tu rosichi.
    noi della mInetti ce ne freghiamo.
    Può anche ciucciare cazzi tutto il giorno, basta che non la pago io.

  15. Pingback: Emma Bonino dovrebbe promuoversi da sola, o del cattivo endorsement | FRASISFATTE

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...