Gasparri litiga su tuìtter con un Troll. Anche l’idiozia diventa virale

  1. Questa storia ha due protagonisti: il politico smargiasso e l’utente Italiano-Medio. Il primo è il detestato e indifendibile Maurizio Gasparri, il secondo è il fino a ieri sconosciuto Daniele Termite che è passato da 48 a oltre mille follower su Twitter nel giro di una litigata virale. Tento un riassunto. Andiamo con ordine però, che la questione è semplice semplice e io non voglio complicarla. Succede che mi arriva per mail il post di Fabio Chiusi, autore de Il Nichilista, in cui il bravo Fabio fa della temeraria sociologia politica sui tweet di Gasparri. Il modo in cui Maurizio Gasparri usa Twitter rivelerebbe la sua arroganza. Il tweet diventa il paradigma di lettura dell’atteggiamento politico di un uomo e di un partito (!) nei confronti dei cittadini. Addirittura! Incuriosito vado a recuperare i cinguettii e scopro che un certo Daniele si è inserito nella conversazione calcistica tra M. Gasparri e Franco Bechis, e ha “preso la palla al balzo” (vi chiedo scusa, perdonatemi la sciatteria) per insultare il politico pidiellino. Ecco com’è andata.
  2. gasparripdl
    @FrancoBechis visto zeman ora in tv. Inquietante. Lunghe pause, sguardo fisso, parole ridicole. Avvisare i parenti
    Sat, Sep 29 2012 14:42:36
  3. DanieleTermite1
    @gasparripdl @FrancoBechis gasparri… anche di calcio non capisci un cazzo!!!!
    Sat, Sep 29 2012 15:28:40
  4. DanieleTermite1
    @gasparripdl è più imbarazzante che gente come te è da 20 anni in parlamento… VERGOGNATI
    Sat, Sep 29 2012 15:35:31
  5. gasparripdl
    @DanieleTermite1 con 48 non arrivi neanche all’angolo
    Sat, Sep 29 2012 15:37:34
  6. DanieleTermite1
    @gasparripdl ma cosa cazzo c’entra quanta gente mi segue??Io non sono nessuno e non c’è motivo che la gente mi segua.. Sei proprio ignorante
    Sat, Sep 29 2012 15:39:17
  7. Com’è che diceva Churchill? Ah sì: “Gli italiani perdono le partite di calcio come se fossero guerre e perdono le guerre come se fossero partite di calcio”. Gasparri, o chi utilizza il suo account twitter per lui, rivolge la stessa critica a chiunque lo attacchi: “sei uno sfigato perché non hai abbastanza follower”. A me diverte; se non altro per il tono. A molti altri no; per almeno un paio di motivi. Il primo è che Gasparri è molto seguito perché è un uomo pubblico, e non conosce la fatica di risultare interessanti a un numero significativo di persone online. Scontro impari. Il secondo è perché la critica è corrispondente al vero: il capitale sociale e il capitale reputazionale online possono convertirsi in capitale economico. (Pssst: certo che in realtà Gasparri risponde così per celolunghismo, è la versione digitale dell’inchino di Schettino, del gallo che impenna il motorino, del parcheggio in doppia fila del del del, ma lasciatemi dire). C’è gente che non ci dorme la notte sperando di essere premiata per il proprio blog, account twitter o qualsiasi altro social media. Ci sono aziende che monetizzano il capitale reputazionale di un utente trasformando il semplice hobby/cazzeggio in lavoro pagato – come è accaduto a Clio MakeUp, per dirne una. Per questo se fai notare a un utente che nonostante i suoi sforzi non se lo considera nessuno sei come minimo un maleducato. Se sei un pidiellino risulti odioso a priori, non puoi permetterti di ironizzare sulla nullità altrui. Ah, se volete una spiegazione del perché considero Davide un italiano medio è perché scrive cose di questo tipo:
  8. DanieleTermite1
    @99Posse è solo un verme sallusti.. spero crepi in cella
    Wed, Sep 26 2012 11:29:37
  9. DanieleTermite1
    @matteorenzi pensate solo ai battibecchi con bersani e non fate nulla per avvicinare i giovani alla politica.. vergogna
    Mon, Sep 24 2012 17:51:47
  10. DanieleTermite1
    @EzioGreggio giuro che appena crepi pago da bere a tutta Italia.. Ti odio pezzo di merda!!! E non fai ridere nemmeno padre pio coglione…
    Thu, Sep 13 2012 11:45:23
  11. Se la prende persino con Ezio Greggio! Altro che arroganza pidiellina. L’accusa sociologica di Fabio Chiusi non sta in piedi, ve ne sarete accorti. E’ un azzardo anche solo perché poteva benissimo essere Francesco Boccia del PD nella parte di Gasparri, per dire. Ma questo non vuole essere un semplice articolo  di commento a un post altrui. La faccenda è più gustosa, e riguarda il modo in cui anche l’idiozia diventa virale – in totale buona fede.
    La parte veramente esilarante di questa storia è che Daniele è quel che in gergo si definisce un “troll“, cioè uno di quei fastidiosi utenti che passano il loro tempo a provocare e insultare il prossimo. Daniele è riuscito nell’impresa di passare nella concezione generale come l’utente italiano medio. L’uomo comune insultato da un politico barbaro e arrogante. Poverino! La verità è che questo tizio riesce ad aver torto anche contro quel che sembra la caricatura della parodia di Neri Marcorè. Ma va bene, perché pur di attaccare Maurizio Gasparri da oggi oltre 1000 utenti seguono “simbolicamente” Daniele. Il nuovo eroe po(litico)polare. Complimenti.

14 thoughts on “Gasparri litiga su tuìtter con un Troll. Anche l’idiozia diventa virale

  1. meriteresti una querela dopo questo articolo. lo ripeto, non sono un troll. dico quello che penso e basta, insulto chi secondo me merita di essere insultato, stop. se ti da fastidio non leggere i miei post vecchi.

    • Ciao Daniele, non mi dà fastidio. Non mi importa. Non ti seguo. Non te ne faccio neppure una colpa, me la prendo più con chi ti eleva a cittadino comune vittima del politico di turno. (Poi proprio tu vuoi querelarmi?)

    • Ho controllato gran parte dei tuoi articoli…ho avuto la conferma che parli solo di cazzate… Ora vuoi evitare anche il dialogo… giornalista fallito.

      • La parte migliore è che sei stato pure a leggerli magari. Vai avanti così. Comunque – ohhhhh, quanto paziente e comprensivo sono?-, se rileggi un paio di volte capirai che non difendo Gasparri. Me la prendo con l’idiozia virale; sparo nel mucchio. Ho colpito anche te?

  2. Non leggo le tue stronzate da circo. Se vuoi un consiglio, (pre)occupati dei problemi seri che sta attraversando questo Paese . Parli di idiozia virale…io mi farei un esame di coscenza prima di “sparare nel mucchio” 😉

  3. Pingback: Gasparri, i signori Nessuno e gli eroi del giorno ai tempi di Twitter | Tech Economy

  4. Pingback: Se il consenso politico si misurasse in follower Maurizio Gasparri sarebbe spacciato | Pubblico Delirio

  5. Pingback: Che brutto carattere « FRASISFATTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...