Obama ci rimorchia, Fornero ci scarica. Lidia rimugina.

Un amico chiede: «Perché se Obama piange è un eroe dal cuore tenero e se lo fa la Fornero è una iena che fa la recita?». Aveva appena letto il post di Lidia Ravera il cui titolo è: «Il pianto di Obama è sincero, altro che Fornero», che già fa arrabbiare. Poi quando leggi che il motivo per cui ci meta-commuoviamo sulla commozione di Obama perché lui è: «Così complesso e completo da aver accesso al codice delle donne», cogli tutto l’involontario umorismo nelle parole della Rivera su “Obama Hacker”; ma poi ti vien voglia di gelato, perché sei depresso.

Certo, tutti si sono commossi quando Obama, di fronte ai suoi attivisti, li ha ringraziati, e ha confessato loro: «Quello che avete fatto dimostra che il mio lavoro è molto importante, e sono  orgoglioso di voi». Lacrime. (Scatta l’immedesimazione con l’eroe/padre che ha vinto).Telecamere. Foto, Youtube, articoli e discussioni tendenziose, eccetera. Per Fornero, anzi LA Fornero, si è simpatizzato meno.

Le lacrime di Fornero erano in realtà lacrime per il debutto in società scambiate per una forma di empatia verso la classe povera di questo Paese? Oppure, non accettiamo che una rappresentante in carica della classe dirigente, (la più ricca d’Europa), ci rubi la cosa che sappiamo fare meglio: lacrimare, lagnarci, disperarci? Perché siamo tutti molto teatrali, e perché dà parecchio fastidio quando la scena madre ci vien sottratta da quella che interpreta il ruolo da cattiva. E vorresti piangere ma non puoi perché ti tocca fare la parte di quello che consola chi ti ha spinto alle lacrime. «Stai dalla tua parte, lasciaci almeno il monopolio dell’autocommiserazione», qualcuno dice.

Forse, può darsi. Ha importanza?

L’idea stessa di contrapporre un figo assoluto a una donna che ha “osato” cambiare molte regole nel nostro Paese, ed è stata sicuramente importante, ma che non è certo all’altezza dell’altro termine di paragone, di per sé fa tanto provincia. E’ l’esterofilia che ci frega!

Siamo disposti a concedere a Obama qualsiasi cosa perché lo vediamo come il figo salvatore; perché è sempre credibile anche quando leggendo il gobbo elettronico dice alla moglie: «Non ti ho mai amata tanto». E piangiamo ancora quando risponde alla bambina decenne che gli chiede consigli su come affrontare la vita da figlia adottiva di genitori omosessuali. E ci sembra un uomo perfetto. Non importa se tutto questo è reale.

Il fatto è che Obama ci ha rimorchiato, e siamo così innamorati da credere a qualsiasi cosa ci dica. Fornero ci ha scaricato. E Lidia Rivera non se ne è fatta ancora una ragione.

Annunci

One thought on “Obama ci rimorchia, Fornero ci scarica. Lidia rimugina.

  1. Pingback: Facebook e il rimorchio « FRASISFATTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...