Notificatemi il vostro 2012 di merda

Avvertenza, questo è un post personale.

Ogni anno arrivano puntuali le liste, e io non sono da meno. Cos’è successo? Tante cose. Il 23 gennaio ho stretto amicizia con Giorgio Cappozzo su Facebook. Ho visto navi da crociera naufragare, gente posare sugli scogli con il relitto sullo sfondo. Anche se non li ho visti, so che Vespa ha “plastificato” Beppe Grillo, la ruota della fortuna, William e kate, il terremoto. Ho lavorato in una casa editrice, in un negozio di fiori di giorno e la sera come cameriere, prima di essere cacciato da entrambe le parti per motivi diversi, ma sostanzialmente perché ero inutile. Ho visto studenti protestare, pensionati protestare, immigrati lavorare. Mia nonna, 87 anni, è stata aggredita e ha fatto scappare il ladro facendolo cadere. Madre di ritorno dall’Egitto si è *innamorata* di un vucumprà egiziano e sogna di sposarlo. Mi sono appassionato alle olimpiadi, agli adolescenti in costume e senza maglietta su treni affollati per Riccione, a Louis C.K, ai gargarismi di Sasha Grey, a Bolt che ha superato ogni record, a Tom Daley sotto la doccia, alla scena finale di Killer Joe. All’odore della pelle di Mauro scaldata dal sole. A un suo abbraccio, tutti tranne l’ultimo. Ci sono poi le cose che ho perso: il lavoro, i capelli, le bici, la speranza, la giovinezza, il ragazzo, il buon umore. Gli addominali. (Bugia, mai avuti). Ho scoperto nuovi guru! Prada e Seppia. Degli adolescenti che le chiedevano autografi Miuccia ha detto: “Ero felicissima, erano giovanissimi”, mentre Don Seppia intercettato diceva: «Li voglio giovani, neri e con problemi». Su Facebook ho visto il ghiro che russa, il topo che flasha, il gattino che dorme. Tante foto di film, di primi piani con l’autoscatto, di pose in simulata e artificiosa naturalezza, di cibo, di vacanze. Tutti i miei contatti si sono lamentati di quelli che si lamentavano: 1) per il caldo 2) per la fine del mondo 3) per la neve. Ho scritto status su Bologna, su Como, sull’Esselunga, su Madre, sulle 50 sfumature, su di voi, su di me. E questo è l’ennesimo, non l’ultimo, di un 2012 di merda.

Annunci

One thought on “Notificatemi il vostro 2012 di merda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...