Zero Dark Thirty – Note a margine

Zero Dark Thirty è il gergo militare per indicare la fascia temporale preferita dai Navy SEAL per le incursioni notturne, di 30 minuti, tra la mezzanotte e le 4 del mattino. Si riferisce anche all’oscura segretezza che ammanta l’intera decade che dal 2001 ha portato alla cattura di Osama Bin Laden nel 2011. E’ il nome che ha scelto Kathryn Bigelow per il film di natale statunitense, uscito nelle sale americane il 19 dicembre 2012. Considerato che tutti hanno scritto già tutto meglio di me userò principalmente i frame del film e vi copio e incollo le mie note a margine su pensieri più o meno inutili che ho avuto durante la visione.

vlcsnap-2013-02-10-22h48m12s248

Jessica Chastain è la nuova Nicole Kidman, con la bocca e le pose di Julia Roberts

vlcsnap-2013-02-10-22h49m25s10

Non entro nel dibattito sull’uso politico-estetico della messa in scena della tortura, o forse dovrei chiamarla “tecniche di interrogatorio rinforzate”…

vlcsnap-2013-02-10-22h48m25s124

acqua

…né voglio cavillare se il waterboarding sia tortura o meno. Ma quando ho visto queste scene ho pensato alla sezione BDSM di YouPorn e affini, ovvero quando le pratiche occidentali di nicchia diventano tortura se decontestualizzate. (Vedi Heavy Metal a decibel illegali per ore, che è esattamente quel che hanno ascoltato volontariamente i teenager goth negli ultimi vent’anni).

legato

vlcsnap-2013-02-10-22h48m51s187

cane

vlcsnap-2013-02-10-22h54m12s66

Maya/Chastain all’inizio è turbata, ha un briciolo di umanità, poi non si sa bene cosa le faccia cambiare idea, forse la naturale disumanità nel perseguire ossessivamente un obiettivo patriottico. Non si sporca mai veramente le mani ma fa gesto a un militare di picchiare l’uomo al suo comando. E’ spietata.

vlcsnap-2013-02-10-22h49m39s153

vlcsnap-2013-02-11-00h03m09s231

Al minuto 52’20” arriva la bugia di Barack Obama.

vlcsnap-2013-02-11-00h06m54s179

La nuova Kidman cena con una che somiglia a  Meryl Streep da giovane con il viso più largo. Parlano di maschi ed esplode tutto. Ma le cose non sono collegate.

vlcsnap-2013-02-10-22h56m10s221

vlcsnap-2013-02-11-00h11m40s181

La nuova Kidman sopporta un detenuto che si piscia addosso dalla paura, che viene ingozzato di cibo liquido, che viene picchiato e rinchiuso in una scatola, sopporta un attentato in hotel che quasi la uccide, la vista di corpi dilaniati e urlanti, sopporta tutto tranne  la collega, la nuova Meryl Streep, che viene uccisa in un attentato suicida. A questo punto si rannicchia in un angolo e sostene di voler uccidere chiunque appartenga all’organizzazione terroristica, e catturare OBLvlcsnap-2013-02-11-00h18m08s12

Non sto a spiegarvi il motivo ma le serve un numero di telefono. Chiede all’ex torturatore, ora alto funzionario a Washington (perché tra squali ci si sente bene), di procurarglielo.

Scopriamo che un numero di telefono si contratta con una Lamborghini. In Kuwait la CIA sfrutta a proprio vantaggio il gusto tamarro per i propri fini: Lamborghini gialla.

vlcsnap-2013-02-10-22h58m15s183 vlcsnap-2013-02-10-22h58m46s239

Di qui in poi succedono varie cose che attraggono la mia attenzione. Maya è l’unica donna, l’esperta massima che è certa di sapere dov’è nascosto Bin Laden e convince tutti, con notevole perseveranza, grazie a quella caratteristica che in un mondo molto maschile si direbbe “avere le palle”.

vlcsnap-2013-02-11-00h25m56s252

C’è anche il momento maschi molto maschi che prendono ordini da una figa. Solo nei film. Il momento meno realistico.

vlcsnap-2013-02-11-00h26m14s184

E si arriva alla sequenza finale, di circa trenta minuti, che dà il nome e il senso al film, perché è quella in cui viene rielaborata la vendetta, l’uccisione del nemico, Osama Bin Laden. Il cadavere, come nella realtà, non lo vediamo ma lo intravediamo mediato da una macchina fotografica digitale che serve da testimone della Storia. Eviterò di usare frame di questa sequenza perché è interamente notturna, e perché è un meticoloso e riuscito sforzo registico di messa in scena dell’incursione che tutti noi abbiamo solo immaginato ma che è possibile/giusto guardare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...