La sinistra. Quelli che perdono.

Perché il PD ha perso è materia per gli Analisti Del Giorno Dopo, quelli che la sanno più lunga di tutti. Tutto era chiarissimo, il giorno dopo. Tutto era prevedibile, il giorno dopo. Tutto era scontato, il giorno dopo, e così via. Ero lì che ci pensavo quando in TV appare Francesco Boccia (PD) intervistato alla vigilia del voto. «Visto il successo dei grillini ora dovreste fare tagli ai costi della politica?» chiede l’intervistatrice. La risposta: «Penso che gli italiani abbiano cose ben più importanti a cui pensare, come il lavoro, le imprese…». Avrei voluto che qualcuno lo prendesse per mano e lo accompagnasse nella stanza di quelli che non capiscono un cazzo, dove avrebbe trovato altri suoi amici. Eccoli qui, brevemente nelle loro deliranti e miopi proiezioni mentali.

  • Quelli che hanno delle certezze
  • Quelli che non credono nelle campagne elettorali

Fassina (PD): «Non credo che le campagne elettorali spostino significativamente voti»

  • Perché sanno andare oltre l’antiberlusconismo

«Renzi è un frutto di questa epoca di berlusconismo, è figlio del ventennio berlusconiano»
Rosy Bindi (PD), presidente del Pd, 21 novembre 2012

Fassina (PD): «La rimonta di Berlusconi è un atteggiamento individualistico, un atteggiamento che guarda al breve periodo e che punta a tirare a campare con evasione e condono. Quell’italietta là non può più tornare».

  • Quelli che sono lungimiranti

  • Quelli che non hanno sottovalutato il M5S

Il movimento 5 stelle potrebbe essere addirittura il secondo partito del paese. Secondo lei è un’ipotesi avventata?

«Non credo, potrebbe accadere e devo dire che preferisco confrontarmi in Parlamento più con i 5 stelle che con i berlusconiani. Il movimento 5 stelle ha raccolto tutte le proteste possibili dando vita a un brand, attorno a un comico-istrione, una sorta di gabibbo»  Miguel Gotor, l’Unità, 25 febbraio 2013

  • Perché ci tengono a parlare anche all’elettorato di destra
  • Quelli che sanno fare autocritica

Chi non riesce a garantire la governabilità al proprio Paese non può dire di aver vinto le elezioni e quindi noi non abbiamo vinto anche se siamo primi. Questa cosa non avverrebbe in altri paesi e la colpa è della mancata riforma della legge elettorale“. Bersani, conferenza stampa dopo il voto.

C’è un’ ultima considerazione: il trionfo del movimento cinque stelle. La rete c’entra proprio poco. In Italia persino Twitter è roba di nicchia. Secondo voi la gente che ha votato M5S ha scaricato il programma elettorale dal sito? Il M5S ha vinto nonostante Casaleggio in versione astrologo, un blog web 1.0 e video-primarie in pantofole fatti con la webcam e votati da meno persone di quelle che si radunano la domenica per giocare a Dungeons and Dragons. Non proprio l’avanguardia digitale millantata. E l’unico politico che rispettava parametri di una comunicazione molto social e molto cool era il Matteo Renzi di Giorgio Gori. Non ha funzionato, così come non hanno funzionato i consigli del “guru americano”, il “genio” David Axelrod, assoldato da Mario Monti. Dedico questo video a tutti quelli che «ah quanto era brutta la campagna del PD» (vero) e poi dicono «mica come il Movimento Cinque Stelle, roba nuova, l’uso della rete, eh, robe che i sociologi ancora non si raccapezzano, uno tsunami di novità, comunicazione ad altissimi livelli». Questo è Cristian Nuzzi. Lui e sua madre saranno in Parlamento e al Senato. Gli spin doctor del mondo ce lo invidiano.

One thought on “La sinistra. Quelli che perdono.

  1. Grillo si salverà se saprà fare il capo. Non si avventuri in utopie o esperimenti di gestione progressista o pseudoanarchica…si sfaldedrebbe il suo Movimento come neve al sole! Che faccia il capo, un capo nuovo, moderno, intelligente,adatto ai tempi. Abbiamo bisogno di un condottiero che sollevi l’Italia da un buio che dura da 70 anni! Abbiamo bisogno di un “direttore” autorevole che non sia dilaniato da mille forze opposte e confusionarie. Abbiamo bisogno di ridare all’Italia la fierezza e lo splendore che merita per le sue eccezionali virtù e potenzialità! Dai Beppe!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...