Scandal, o single per sempre

«Come riesce Shonda Rhimes a mantenere il successo se i network sono in crisi?», si chiede il New York Times in un pezzo sull’autrice ABC di Grey’s Anatomy, Private Practice e Scandal. Tutti successi di pubblico. La seconda stagione di Scandal ha ottenuto otto milioni di spettatori a settimana. Nonché la più twittata. A ogni episodio 190.000 messaggi ordinati per hashtag. Non male in periodo di cancellazioni preventive.

Non so decidermi se Shonda Rhimes sia la nuova Aaron Sorkin con scrittura più femminea e strappalacrime, o più Joss Wheadon, ché con la Shondaland Production ha creato un vero e proprio shondauniverse reso possibile grazie a: 550 attori, sceneggiatori, produttori, tecnici e così via. Forse è entrambi. Continua a leggere